Le proposte settimanali

Le proposte settimanali

Secondo un sondaggio che ho lanciato online un po’ di tempo fa


La proposta del menù deve variare in base alla stagione e, cosa molto importante, ti aiuterà a restare in contatto con il cliente comunicandogli le varie novità con proposte come:
A. serate a tema;
B. pietanze extra menù sempre differenti tra loro;
C. la carta stagionale.
Le persone sono molto attente alla materia prima e ad un uso stagionale dei prodotti. L’interesse è sempre maggiormente rivolto, come giusto che sia, ad una sana alimentazione, addirittura McDonald’s, ha messo in produzione panini BIO e panini con carne Italiana.
Adesso non ti dico di andare a mangiare subito un hamburger ma solo di analizzare il modo in cui McDonald’s lo vende.


Nei fast-food le pietanze sono studiate per essere servite nel più breve tempo possibile e non hanno menù che variano spesso. Negli ultimi tempi anche loro seguendo il flusso del consumo hanno deciso di introdurre alimenti sempre più “sani”. Sul sano ci sarebbe molto da dire, in quanto un alimento biologico non è necessariamente più sano rispetto ad altri; il termine indica soltanto che un determinato prodotto rispetta determinati disciplinari.
Anche se può sembrare impegnativo cambiare spesso il menù, non è impossibile farlo, ne massacrante se lo chef riesce ad eseguirlo con estrema semplicità; anzi scoprirete che può essere anche molto più gratificante e divertente. Fai attenzione a non cambiare però troppo spesso, altrimenti ogni 1/2 settimane rischi di buttare nella spazzatura decine di porzioni, quindi se lo fai ricalcola il food cost e rivaluta il costo del piatto.

“Cucinare cibi di stagione è sempre più conveniente che acquistare prodotti alimentari trasformati”
Jamie Olivier